Un piano per la ricostruzione

Domenica 25 settembre, concerto di beneficenza del maestro nella tendopoli tra i terremotati.
Sarà la prima tappa di un tour di raccolta fondi per la ricostruzione.

http://www.unpianoperlaricostruzione.com

Anche la musica può fare la sua parte per aiutare le popolazioni del Centro Italia colpite dal sisma del 24 agosto scorso. Per questo motivo il celebre pianista e compositore Maurizio Mastrini, l’unico al mondo ad eseguire partiture alla rovescia, ha deciso di mettere la sua arte al servizio della ricostruzione.

Il progetto si chiama, per l’appunto, “Un piano per la ricostruzione” e prenderà il via domenica 25 settembre (ore 17.30) con un concerto di beneficenza del maestro Mastrini ad Arquata del Tronto, uno dei Comuni più colpiti dal sisma. Seguiranno poi altre dodici date in giro per l’Italia. Il concerto si terrà presso il refettorio della tendopoli di Arquata del Tronto. La protezione civile garantirà un servizio logistico per far confluire ad Arquata anche le persone delle tendopoli dei paesi colpite dal sisma. Coordinatore di tutta l’iniziativa Don Alessio Cavezzi. Il concerto di Arquata è patrocinato dall’associazione di servizi “Round Table” di Ascoli.

Durante il tour, sarà possibile acquistare un cd registrato dal maestro Mastrini con dieci dei suoi brani più celebri. Il cd sarà inserito all’interno di un’apposita scatola contenente un puzzle con l’immagine di Arquata del Tronto dal chiaro valore simbolico: lavorando uniti, pezzo dopo pezzo, sarà possibile ricostruire il volto della città così com’era prima della notte del 24 agosto.
Tutto il ricavato della vendita del cd sarà devoluto alle popolazioni colpite e servirà per la ricostruzione. L’iniziativa è organizzata in collaborazione con gli imprenditori Ascolani Luca Vallorani e Ermanno Silvestri.

“Nel corso della vita – spiega il pianista – ho scoperto che una delle cose più belle è quella di veder nascere sui volti delle persone un sorriso, ancora oggi è un qualcosa che mi riempie di un’immensa gioia. Pertanto, quando ne ho la possibilità, cerco di portare un piccolo aiuto con la mia musica e il mio pianoforte. Questo progetto persegue proprio questo obiettivo: dare un sostegno morale alle popolazioni colpite attraverso la musica, ma anche un concreto aiuto economico per contribuire alla ricostruzione”.
Il disco e il concerto di Arquata del Tronto saranno aperti dal brano “La Rinascita” la cui dedicata è appropriata per la missione che il maestro e l’associazione Round Table si sono prefissati.

Pianista, direttore d’orchestra e compositore di fama internazionale, Maurizio Mastrini non è nuovo a questo tipo di iniziative che coniugano musica e solidarietà. Da questa estate, infatti, il pianista sta portando avanti con grande successo anche un altro progetto, il “Baratto tour”, una serie di concerti in giro per l’Italia e l’Europa dove non è richiesto il pagamento di alcun biglietto ma di portare, ognuno secondo le proprie possibilità, generi alimentari di prima necessità, da distribuire, al termine dell’esibizione, alle famiglie bisognose sul territorio.

Commenti chiusi